La cucina TUA a Casa Moderna

La cucina è stata la grande protagonista dello stand TUA a Casa Moderna 2019. Questa novità ha focalizzato l’attenzione di gran parte dei visitatori, oltre le migliori previsioni. Si conferma così la tendenza a investire sempre di più in questo ambiente.

Che la cucina torni a essere la regina incontrastata della casa, è stato confermato anche dalla curiosità e dall’attenzione di cui è stata oggetto la cucina “su misura” TUA presentata in anteprima in occasione dell’importante manifestazione fieristica di Udine.

“Una buona cucina è un investimento in salute e in qualità della vita”: così si è espresso uno dei visitatori, osservando come questo spazio sia diventato non solo luogo di convivialità e di lavoro, ma anche di vera e propria sperimentazione culinaria, per gli straordinari dispositivi di preparazione e di conservazione del cibo che può offrire. Gli elettrodomestici, infatti, sono sempre più concepiti come strumenti semiprofessionali, capaci di assecondare la passione creativa per la buona tavola.

Oltre alle solite caratteristiche che contraddistinguono il “vero si misura” di TUA – precisione al centimetro, moduli personalizzati, straordinaria gamma di colori e di finiture – le cucine proposte da TUA indossano anche innovativi materiali di tendenza, come il Corten® e il Laminam®, che calamitano non solo la vista, ma anche il tatto, come una vera e propria epidermide.

Cucine belle da toccare, da accarezzare, da vivere, definite “sensoriali” proprio per la loro variegata natura materica, che i visitatori hanno potuto apprezzare concretamente. Grande successo anche per l’originale allestimento dello stand, volutamente non gridato, concepito per offrire sia all’interno, sia all’esterno, una visione d’insieme delle reali possibilità di arredo totale offerte da TUA e “svelare” molte ingegnose soluzioni “su misura” che costituiscono il punto di forza di questo sistema. Parafrasando Woody Allen: tutto quello che avreste voluto vedere dietro il vostro arredo “su misura”, e non avete mai osato chiedere…